DOPPIA PREFERENZA DI GENERE IN PUGLIA